WICCA, LA RELIGIONE DELLE STREGHE

        La Wicca è la religione delle streghe e di recente ha potuto riemergere dalle tenebre della storia. Ma un tempo era tenuta segreta, perché chi era Wiccan poteva essere condannato a morte dall’inquisizione, in quanto eretico. La parola è la contrazione di due termini: Witch Craft, cioè arte delle streghe. L’insoddisfazione per le religioni moderne, sta facendo avvicinare sempre più persone a questa arte dimenticata ed ora resuscitata. Infatti, la Wicca ha molto a che vedere con le religione pagane dell’antichità, quelle che adoravano gli uomini del passato ancor prima che venisse scritta la Bibbia. Questa religione è incentrata sul rispetto della Natura, nella quale si identificano la Dea e il Dio, cioè le due parti di quel tutt’uno che è la Divinità. La Wicca non è molto conosciuta anche perché i propri membri non tendono a pubblicizzarla, dato che, a dispetto dalle altre religioni occidentali, non pretende di essere la sola vera via verso la Divinità. Fino a poco tempo fa, il solo modo di diventare un Wiccan era:

1-Contattare un Wiccan già iniziato all’arte, di solito un membro di un coven, un circolo Wiccan;

2-Ricevere direttamente l’iniziazione, prerequisito assoluto. Perciò, se non si conoscevano dei Wiccan, era difficile riceverla.

Oggi invece le cose sono diverse e Wiccan lo si può essere anche senza essere stati iniziati (effetto delle libertà acquisite dall’uomo negli ultimi decenni. Ma l’iniziazione certo se la si riceve è meglio). La Wicca è una religione gioiosa che trae origine dalla nostra affinità con la Natura. La Dea ed il Dio nascono e muoiono simbolicamente ogni anno, col cambio delle stagioni e sono le energie universali che hanno creato tutto ciò che esiste a questo mondo. Si tratta di una personale e positiva celebrazione della vita. La Wicca deriva innanzitutto dallo Sciamanesimo, che d’altro canto, è considerato il precursore di tutte le religioni. Gli sciamani dell’antichità venivano subito dopo il re come importanza e praticavano la magia parlando agli spiriti della Natura. Furono i primi a creare una prima forma di conoscenza. Essi, arrivavano ad utilizzare questo potere attraverso l’estasi, stati alterati di coscienza, durante i quali entravano in contatto con le forze oscure dell’universo. Strumenti utili a questo fine erano il digiuno, la sete, l’auto inflazione di dolore fisico, l’assunzione di allucinogeni, la musica, ma anche la semplice concentrazione. Gli sciamani di tutto il mondo fanno ancora uso di questi metodi e strumenti. Ne troviamo ancora in sud America, in Africa ed in Asia. Molte delle tecniche Wiccan sono di origine sciamanica, ma fa uso di metodi non dolorosi e non dannosi per la salute. I Wiccan entrano in comunione con la loro Divinità mediante il canto, la meditazione, la concentrazione, la visualizzazione, la musica, la danza e l’invocazione. Con tali strumenti si può raggiungere uno stato di coscienza alterata. Diversamente dalle altre religioni, la Wicca non vede la Divinità come un’entità distante, trascendente ed al di sopra della realtà terrena. La Dea ed il Dio sono entrambi in noi e si manifestano in tutta la  Natura stessa. Attualmente si tratta di una religione eterogenea, influenzata da differenti tradizioni ed un Wiccan americano potrà essere differente in qualche punto da un Wiccan europeo. Ma i fondamenti rimangono gli stessi, altrimenti non si parla più di Wicca, ma di altro. Come altre religioni orientali, la Wicca abbraccia l’idea della reincarnazione, cioè la rinascita in un nuovo corpo fisico, dopo la morte. Quindi, la trasmigrazione dell’anima da un corpo deceduto ad uno appena nato. Ma a differenza delle religioni orientali, i Wiccan non credono che alla morte fisica ci si possa reincarnare in altre cose che non siano un corpo umano, come rocce, piante, alberi ed animali. Ma ci sono anche Wiccan che credono il contrario. Per loro, prima dell’essere umano, si passa da stadi elementari a stadi più complessi, quindi: roccia, albero, lumaca, uccello, mammifero ed essere umano. Ma comunque, in ogni caso, questi esseri possiedono un’energia inferiore a quella umana. L’ideale Wiccan è semplice ed è ben descritta nel Rede, di cui il punto fondamentale è:

“Finché non fai del male a nessuno, fai ciò che vuoi.”

Ma anche: “Non fare nulla che possa danneggiare, oltre gli altri, te stesso.” La Wiccan è una religione che fa uso della magia, intesa come materializzazione e realizzazione di desideri. Anche le preghiere dei cristiani rappresentano una forma di magia, ma non vengono considerate tali. La magia Wiccan è la pratica di “muovere” energie naturali per provocare un cambiamento necessario. Ma la Wicca non è sinonimo di magia. Bisogna fare attenzione a non  confondere le due cose. La magia è solo una parte della Wicca, ed io aggiungerei, una piccola parte. Fare magia non significa quindi piegare, assoggettare la Natura al proprio volere, non è niente di soprannaturale, ma anzi, ci deriva dalla Natura stessa. I Wiccan non credono alla predestinazione. La Dea ed il Dio lascia all’umanità il libero arbitrio, il pieno controllo e piena responsabilità sulle nostre vite. Non possiamo indicare un capro espiatorio, come i cristiani, che danno a Satana tutta la colpa dei fallimenti e debolezze che invece appartengono a noi. La Wicca è un’unione gioiosa con la Natura. Il Wiccan si sente a casa quando è nella Natura, tra alberi e montagne, fiumi, spiagge e deserti. Questa è la cattedrale di Wiccan ed è qui che potrà meglio praticare la sua magia. Prendere contatto con la Natura significa prendere contatto con la Divinità, in quanto il Dio e la Dea sono la Natura stessa. I riti magici servono ad armonizzarvi con la Natura. Si tratta solo di una forma esteriore e non si deve essere vincolati ad essi, per questo possono essere cambiati a seconda delle nostre esigenze, seguendo prima di tutto il nostro istinto. Per sentirsi più vicini alla Divinità anche in casa propria, sarà utile costruire un altare. Anche in questo caso, l’altare è qualcosa di assolutamente personale e può contenere tutto ciò che noi pensiamo possa esserci utile allo scopo di sentirci più a contatto con la Divinità. Le candele colorate inoltre, scandiranno lo scorrere del tempo, in quanto ad ogni cambio di stagione avverrà un cambio di colore delle candele. Comunque, per avere maggiori informazioni sulla Wicca vai a vedere nella nostra bibliografia (sono indicati alcuni libri utili a tale scopo), oppure CLICCA QUI.

GIORGIO PASTORE

LE FESTE WICCAN SONO INDICATE NELLA PAGINA "MAGIA"