UFO E VIAGGI NEL TEMPO

       Riguardo agli UFO, penso si possano tenere in considerazione diverse ipotesi plausibili.

      Tempo fa, mi è capitata sotto mano un'illustrazione inerente l'aspetto che un essere umano dovrà avere tra qualche centinaio d'anni, o anche prima. L'uomo veniva raffigurato calvo, con una grande testa e con membra ridotte, conseguenza di una troppo prolungata vita sedentaria e a causa dei numerosi confort acquisiti in seguito ai progressi della tecnologia. L'uomo, usando sempre più mezzi di trasporto per muoversi da un luogo ad un altro, vedrà atrofizzarsi gambe e braccia, anche a causa della scomparsa del lavoro manuale, visto che tutti questi verranno dati alle macchine ed ai robot.

Inoltre, passando la maggior parte del tempo seduto, magari davanti al computer, per questioni di lavoro, ma non solo, vedrà il suo cervello svilupparsi, il suo cranio (per poterlo contenere) ingrossarsi, a dispetto degli arti. Perderà anche la peluria, ormai inutile in un ambiente con l'aria condizionata perenne, e magari anche i genitali, inutili (tristemente) ormai in un ambiente completamente virtuale, dove non esisteranno più relazioni sociali fisiche, a favore di una fredda comunicazione via internet, o via satellite, etc. La pelle gli si sbiancherà, a causa della permanenza prolungata in luoghi bui, o comunque riparati dalla luce solare. Poi, in seguito all'aumento di radiazioni dannose provocate dal sempre più esteso buco nell'ozono, incomincerà ad indossare perennemente delle lenti scure, e magari delle tute protettive. Ora, la figura che ci troveremo davanti sarà una copia di quella raffigurante il prototipo tipo dell'alieno.

In media, gli alieni descritti dai protagonisti di incontri ravvicinati del terzo tipo, hanno proprio le stesse sembianze dell'uomo del futuro. Sarà un caso? Chi lo sa? E se invece, quelli che noi siamo abituati a chiamare alieni fossero proprio degli esseri umani provenienti dal futuro? In tal caso gli UFO sarebbero delle macchine del tempo. In effetti, gli incontri ravvicinati del terzo tipo, cioè quelli in cui uno o più testimoni, oltre a vedere il mezzo, l'UFO, ne vedono anche il pilota a terra, l' "alieno", sono rari. Tale sporadicità sarebbe dovuta al fatto che i crononauti non devono interagire con gli uomini del passato e cambiare così la storia, perché, come già detto precedentemente, se lo facessero, non potrebbero più ritornare nella loro era, costretti a rimanere bloccati nell'universo da loro stessi creato. Inoltre, un'altro fatto potrebbe essere una prova a sostegno di questa teoria. Molti testimoni hanno affermato di aver visto gli UFO compiere manovre "impossibili", che sfidano le nostre leggi gravitazionali, ed in certi casi, essi sono stati visti comparire dal nulla e scomparire così, nel vuoto, proprio come se arrivassero nel nostro mondo da un'altra dimensione. Fantasia? Perché non realtà? Come ho già detto prima, tutto è possibile, fino a prova contraria. Io non posso certo affermare che questa sia la verità (attualmente penso che nessuno possa conoscerla), ma solo una possibilità, suggestiva e, in fondo, anche realistica. 

GIORGIO PASTORE