STRANE SPARIZIONI,
STRANE COMPARSE

        Jean-Francois de Galaup, conte di La Pérouse salpò da Brest, un porto francese nel 1785. Il suo viaggio sarebbe dovuto durare quattro anni e nel 1789 le sue due navi avrebbero dovuto arrivare a destinazione nell'Oceano Pacifico, attraversando l'Atlantico. Furono avvistate per l'ultima volta mentre erano dirette a nord-est dell'Australia, poi però svanirono nel nulla senza lasciare la minima traccia e con loro, i quattrocento uomini dell'equipaggio. Non furono mai più ritrovati. Come è possibile ciò? Come possono due navi scomparire senza lasciare alcuna traccia? Eppure, non è un caso unico. Anzi, nella storia dell'umanità, sono molti i casi di sparizioni anomale, e non interessano solo navi, ma anche persone, aerei, a volte intere squadriglie d'aerei, tesori, intere città e perfino interi eserciti. Che fine fece la colonia inglese dell'isola di Roanoke, fondata nel 1587 da Sir Walter Raleigh? Scomparve nell'arco di tre anni lasciando solo qualche lieve traccia, eppure era abitata da oltre cento coloni. Un altro caso di scomparsa misteriosa è quella relativa al musicista Glenn Miller. Fu ritenuto disperso verso la fine della Seconda Guerra Mondiale mentre dall'Inghilterra si recava in Francia per lavoro su un piccolo aereoplano, ma di fatto, di quell'aereo non fu trovata alcuna traccia. 

Giorgio Pastore