SINCRONICITÀ E CORREDO 
CROMOSOMICO NEI GEMELLI

        Tempo fa, nella consultazione di un topic riguardo la “sincronicità” degli eventi, mi è sorta una domanda: nei casi di gemelli, questo fenomeno è maggiormente rappresentato o no? Se fosse così, allora ci dovrebbe essere, indubbiamente, un'importante influenza genetica del fenomeno su menzionato…
Facciamo una piccola introduzione per i “non addetti ai lavori”.

        I Gemelli omozigoti sono rari ed Interessanti, poiché derivano da un evento molto particolare, Si tratta di un unico Embrione che, qualche giorno dopo la fecondazione, si divide in due, generando due gemelli che sono qualcosa di più di due Fratelli, in quanto sono identici. Hanno esattamente lo stesso corredo cromosomico, lo stesso gruppo sanguigno, lo stesso colore degli occhi dei capelli stesse impronte digitali, etc. 
I gemelli monozigotici costituiscono il più importante fenomeno di clonazione umana naturale!
Ci sono casi di gemelli separati dalla nascita che, dopo molti anni, dopo essersi ritrovati, scoprono di avere modi ed usi non simili tra loro, ma addirittura uguali!

        La letteratura ci presenta casi tipici. Ad esempio, interessante è il caso di Jim Lewis. Questi seppe che in giro per il mondo aveva un fratello gemello. Sua madre, poco più che adolescente, dovette separali alla nascita. Un giorno, Jim decise di ricongiungersi al fratello e lo trovò nell’Ohio. La cosa sorprendente è che anche lui si chiamava “Jim”. I due presentavano simmetrie oltre che fisiche, anche psicologiche e di salute (avevano le stesse fobie, gli stessi problemi di salute, si mangiavano entrambi le unghie, tiravano lo sciacquone del water prima di utilizzarlo e dopo), ma le coincidenze andavano oltre; ambedue avevano preso chili e poi, successivamente, persi nello stesso periodo!
Dal lato genetico, queste coincidenze sono più che spiegabili, ma successivamente si scoprirono altri fattori: tutti e due si sposarono con donne di nome Linda, bionde e alte; poi, divorziarono e si risposarono con altre due “Betty”. Entrambi, avevano chiamato i due figli maschi James ed Allan, ed avevano un cane di nome Toy! Ambedue avevano avuto esperienze lavorative uguali e fumavano la stessa marca di sigarette!

Ricerche fatte da scienziati interessati al fatto, scoprirono delle coincidenze incredibili in soggetti separati dalla nascita. Ovviamente risulta difficile, se non impossibile, riuscire a spiegare tali avvenimenti, se non sconfinando in concetti come “Telepatia o percezioni extrasensoriali”; è vero anche che ancora oggi la medicina moderna non ha carpito del tutto l’incredibile funzione del codice genetico.
Una chiave di studio ci è stata proposta dallo studio dell’attività celebrale. Infatti, in persone “normali” l’attività dell’emisfero sinistro è predominante su quella del destro (il sinistro è la razionalità, il destro la creatività); viceversa, per i mancini. 
Nello studio associato in gemelli omozigoti si è notata una certa attività, non registrata nel singolo, anche nell’altro emisfero; situazione che avviene prevalentemente in presenza del fratello!
È strano pensare che nei gemelli separati, a differenza di quelli che vivono insieme, non si presenta il fenomeno dell’immagine speculare, in cui, se uno dei due è destro, l’altro è mancino; se uno si pettina da destra a sinistra, l’altro si pettina in modo inverso al primo, etc., come un'immagine riflessa in uno specchio. 
Ebbene, nei gemelli separati questo effetto non è presente, o generalmente si presenta con percentuale molto inferiore. 
Concludendo, si può affermare che tra gemelli, in special modo gli omozigoti, esiste un legame che va al di là del solo corpo fisico, legame sicuramente coordinato dal corredo cromosomico, che tutt’ora resta non spiegato.

dott. MARCO GARBATI 

Bibliografia: 
“L’Enigma dei gemelli identici”
Colin e Danon Wilson, Il grande libro dei misteri irrisolti, Newton & Compton Editori.