LA SALITA IN DISCESA
DI ROCCA DI PAPA

Mattina di sabato 6 ottobre 2007
Si è deciso di studiare un fenomeno molto famoso dalle mie parti, la cosiddetta salita-discesa di Rocca di Papa (RM). La particolarità di questa strada è che, se si lascia un oggetto sferico o la macchina a folle, invece di scendere per la discesa come ci si aspetterebbe, si assiste ad una risalita dell’oggetto stesso. Si… risale la “discesa”.

Ad un primo esame, la salita segue una strada subito dopo una curva, e continua in un lungo rettilineo all’apparenza in pianura, tutto intorno vi sono alberi di castagno. Ci siamo messi subito all’opera per comprendere la spiegazione scientifica di questo fenomeno, che alcuni associano a capi gravitazionali alterati ed altri, ad un fenomeno ottico. Si pensa, infatti, che la successione di una curva in discesa, associata ad una falsa pendenza, faccia apparire in salita una strada che in realtà è in discesa. Per questo scopo ci siamo attrezzati con un GPS con altimetro, una livella, una bottiglia piena d’acqua e la macchina fotografica.
Per posizionare la livella in piano sul manto stradale (da precisare che, quest’ultima, messa a terra senza nessun tipo di spessore, indicava una pendenza in senso contrario rispetto all’apparente salita, come si nota dalla foto 1).
Foto 1 (Clicca per ingrandire)

È stato inserito uno spessore di circa 0,5 cm sotto il lato Nord com’evidenziato nella foto 2.

Successivamente abbiamo condotto dei test, uno con l’auto lasciata a folle, l’altro con una bottiglia d’acqua, che vuotata sul ciglio della strada risale. Come si nota nei due video, volutamente le riprese non sono stoppate nell’aumento del campo visivo, questo per far notare la genuinità delle immagine stesse. Tra le varie persone che hanno studiato questo singolare fenomeno, vi sono stati ricercatori che hanno utilizzato, anche strumentazioni in grado di percepire variazioni elettromagnetiche, ma non hanno dato resoconti positivi in termini d’anormalità.

Foto 2 (Clicca per ingrandire)


In realtà, nel camminare da un punto all’altro della strada, dirigendosi in salita verso sud, si percepisce un difetto di pendenza, che ci da effetto come se scendessimo una discesa.
La conferma di ciò, ci viene dall’altimetro del gps. Posto in cima alla presunta salita (fig 3) ci da come valore 584m, mentre posizionato nel punto opposto, come in figura 4, segna 604m.

In definitiva, gli esami condotti, ci portano ad affermare con certezza scientifica, che si tratta di un effetto ottico. La geografia del luogo, la successione della curva in discesa dal fronte nord, ed una in salita verso il fronte sud, fa apparire una strada in leggera discesa, come una in salita. In particolare la differenza d’altezze tra il lato Nord e Sud, si aggira intorno ai 20 metri (da tenere presente un certo errore strumentale) per una lunghezza totale di 1,5km.

Foto 3 e 4 (Clicca per ingrandire)

GUARDA I DUE VIDEO

GUARDA LA GALLERY

Dott. Marco Garbati

LEGGI L'ARTICOLO DELLA SALITA IN DISCESA DI STATTE (TA)

Non hai trovato quello che cercavi? Trovalo su Google!

Google