PIAZZA ARMERINA

LA VILLA DEI MOSAICI

Si trova in "contrada Casale" nei pressi di Piazza Armerina risale alla fine del III secolo D.C. 

Magnificamente ornata da stupendi mosaici, fu scoperta alla fine del 1800 per poi essere completamente portata alla luce nella metà del '900.

        In Sicilia, a nord di Gela, si trova Piazza Armerina. Qui, rimangono i resti di una grande e splendida villa romama del III secolo d.C. Le ville romane erano molto diffuse da Roma alla Sicilia e venivano utilizzate come residenze di villeggiatura da ricchi cittadini della metropoli. Luogo do "otium" di consoli, generali, imperatori, semplici aventi cittadinanza romana, le ville erano costituite tutte quasi allo stesso modo. Fondamentalmente, esiste il tipo a blocchi, diffuso dal III sec a.C. al I d.C. e quello a pianta ramificata, di età imperiale. Nel primo tipo sono presenti un ingresso, un "atrium" (con impluvium e compliuvium per raccogliere l'acqua piovana in una vasca al centro della sala) e peristilio (una sala circondata da colonne all'aperto. 

Successivamente, iniziano a costruirsi più stanze intorno alla pianta principale e la villa a blocchi si arricchisce di nuovi ambienti, nuovi peristili, le terme, etc. L'esempio più esasperato di questo tipo di villa e quella dell'imperatore Adriano presente a Tivoli, vicino Roma. Costituita su circa 300 ettari, è costituita su quattro blocchi principali, comprendenti ambienti come le terme, il ninfeo (un lungo bacino accompagnato da statue, terminante su uno dei lati corti con una fontana), piazzette, appartamenti, biblioteche e il famoso teatro marittimo, una villa all'interno della villa, isolata su un isolotto artificiale. La villa di Piazza Armerina è di quest'ultimo tipo. Presenta molte stanze ed ognuna ha un pavimento ancora riccamente decorato da mosaici, cui tasselli hanno conservato il loro colore fino ai giorni nostri. Che splendore che dev'essere stata questa villa nella sua età dell'oro! Anch'essa è molto grande, estesa su 3500 mq. Presenta un ingresso da cui si può accedere a due ali della villa, la zona delle terme e le altre stanze. Le terme, a sinistra dell'ingresso, presentano la tipica articolazione in frigidarium (per i bagni freddi), tepidarium (per i bagni tiepidi) e calidarium (per i bagni caldi). Era anche presente uno spogliatoio. Ritornando sui propri passi si accedeva alla restante parte della villa. Ci si trovava così in un grande peristilio con fontana centrale. Attorno a questo si dislocavano, sulla sinistra, i cubicoli, ovvero, le camere da letto e i triclini, cioè le sale da pranzo. In molte ville possiamo trovare triclini invernali (al chiuso) e triclini estivi (all'aperto). Continuando il giro della villa, troviamo altri appartamenti (divisi in due blocchi) e una basilica (una lunga sala usata come luogo di assemblee e raccoglimento mistico). 
Continuando a passeggiare per i numerosi corridoi della villa, si arrivava al ninfeo, una grande vasca con statue sui bordi e fontana. Non si sa di preciso a chi appartenne tale villa, tuttavia è certo che dovette essere appartenuta a più persone, nel corso di diverse generazioni, i quali, di volta in volta, aggiungevano decorazioni nuove a quelle già presenti. Infatti, la villa è anche chiamata "villa dei mosaici", in quanto è colma di pavimenti così decorati. I mosaici non sono solo delle opere estetiche, artistiche, ma ci rivelano anche elementi importanti sullo stile di vita dei romani. Ci informano sui loro usi, abbigliamenti, credenze, etc. In particolare, sono numerose le scene mitologiche, quelle di vita quotidiana nella capitale, come le gare al circo, oppure vi ritroviamo ragazzini che giocano tra di loro e donne "in costume" da bagno. Grazie a questi mosaici, gli archeologi hanno potuto ricostruire importanti dettagli riguardanti la vita di quelle persone, lontane da noi circa duemila anni.

FOTOGALLERY

piazzarmerina1.jpg (128533 byte) piazzarmerina10.jpg (95352 byte) piazzarmerina11.jpg (135257 byte) piazzarmerina12.jpg (99825 byte)
piazzarmerina13.jpg (125376 byte) piazzarmerina14.jpg (207122 byte) piazzarmerina18.jpg (98651 byte) piazzarmerina2.jpg (125743 byte)
piazzarmerina21.jpg (135506 byte) piazzarmerina22.jpg (146905 byte) piazzarmerina23.jpg (160741 byte) piazzarmerina24.jpg (61669 byte)
piazzarmerina25.jpg (149803 byte) piazzarmerina26.jpg (112381 byte) piazzarmerina27.jpg (138360 byte) piazzarmerina28.jpg (84079 byte)
piazzarmerina29.jpg (112136 byte) piazzarmerina3.jpg (163090 byte) piazzarmerina30.jpg (123443 byte) piazzarmerina31.jpg (137881 byte)
piazzarmerina32.jpg (96116 byte) piazzarmerina33.jpg (126424 byte) piazzarmerina36.jpg (90068 byte) piazzarmerina35.jpg (151636 byte)

GIORGIO PASTORE