MITI DEI LAKOTA

(a cura di AquilaGrigia - tratto da: http://www.quartadimensione.com )
( http://www.quartadimensione.net/portalewest )

PREFAZIONE:

        Tra i popoli indiani conosciuti del gruppo linguistico Siouan, la nazione Sioux, risulta essere la più conosciuta. Come oramai tutti sappiamo, ella si divide in tre gruppi principali :

Dakota
Nakota
e
Lakota

        Per questi popoli, lo scandire della loro vita, dalla nascita, fino alla morte, era tutto un susseguirsi di riti e rituali, sia durante i rapporti sociali che durante quelli individuali. Alcuni di questi riti erano principali e fondamentali, mentre altri erano minori, ma sempre usati.
Con l'arrivo dei "conquistatori" sull'Isola della Tartaruga (nome dato dai nativi all'attuale America), tutti questi rituali caddero in disuso, oppure vennero proibiti e dichiarati illegali e punibili con la morte. Ma questo è solo l'atto finale che i bianchi e le ondate migratorie provenienti dall'Europa fecero; essi, infatti prima perseguirono tutte le popolazioni native e le decimarono sterminandole con il "genocidio", nonostante queste, accolsero il popolo bianco in pace e lasciando che il loro Dio fosse una religione ed un credo oltre a quello di Wakan Tanka (Grande Spirito). Tutti gli antichi rituali, vennero mantenuti in vita segretamente e praticati lontano da sguardi indiscreti, proprio dagli anziani delle tribù, i quali li tramandarono a chi desiderava ancora vivere secondo le antiche usanze. Negli ultimi decenni, dopo numerose battaglie legali, ma anche sanguinolente battaglie con armi o delle vite di alcuni martiri caduti per questa causa, il Popolo Indiano, riottenne il riconoscimento della propria religione e della sacralità dei loro riti, custoditi ed arrivati fino ad oggi grazie al coraggio e alla tenacia degli anziani.

I rituali Principali, si possono suddividere in tre gruppi: 

ANTICHI: Essi risalgono alla notte dei tempi, prima dell'arrivo della Donna Bisonte Bianco.
(Inipi, Yuwipi, Hanblecheya)

MEDI: I Rituali che la Donna Bisonte Bianco insegnò ai Nativi dopo il suo arrivo
(Chanupa, Wiwanyag wachipi, Wanagi Yuhapi, Hunkapi e Hunka Lowapi, Ishnati Awichalowam, Tapa Wanka Yap)

MODERNI: Sono i rituali più recenti, tramandati ed avuti grazie alle visioni di alcuni Uomini Medicina (Wicasha Wakan).
(Wanagi Wachipi)

VISIONE DEL MONDO E SPIRITUALITA' LAKOTA

        Mitakuye Oyasin (tutto è mio parente -siamo tutti fratelli)
In questa affermazione, è racchiuso tutto ciò che è visione del mondo e della spiritualità Lakota.
Queste due parole (Mitakuye Oyasin) insegnano l'unica origine degli esseri e delle cose che si interconnettono fra di loro mostrando interdipendenza sui livelli della Creazione sia sul piano spirituale che materiale.
Tutto proviene da un essere solo Wakan Tanka (Grande Spirito), il macrocosmo, il microcosmo, luce e buio, maschile e femminile, ecc. Le ugualità e le lontananze sono alla base della vita in ogni forma. Tutti i livelli della creazione si formano nei quattro periodi successivi.


Wakan Tanka 

WAKAN TANKA (Essere Supremo, Grande Mistero)

Le sedici manifestazioni di Wakan Tanka ed i loro figli:

DEI SUPERIORI

WI (Sole), Capo degli Dei;
SKAN (Cielo), Grande Sprito Omnipotente;
MAKA (Terra), Antenata di tutti gli abitanti nel mondo alla quale provvede;
INYAN (Roccia, masso), Origine primaria di tutte le cose.

Figli di Dei*
WOHPE (Intermediatrice), Figlia di Skan;
KSA*, Figlio di Inyan;
YIA*, Figlio di Inyan.

DEI COMPLEMENTARI

HANWY (Luna), Creata da Wi per esserle compagna;
TATE (Vento), Creato da Skan per essergli compagno;
UNK (Rivalità), Creata da Maka per essergli compagna, ma gettata poi nelle acque.Dea delle acque e antenata di tutti gli spiriti diabolici;
WAKINYAN (Alato), Creato da Inyan per essergli compagno attivo.

GNASKI

Nato dall’ incesto con la mdre Unk. Demone bellissimo seducente e sommamente ingannevole.

TA TANKA (Dio bisonte), Patrono delle cerimonie della salute e del nutrimento;
HU NONP (Dio orso), Patrono della saggezza;
WANI (Quattroventi), Patrono del tempo atmosferico, ciò che infonde vita e vigore;
YUM (Turbine), Dio della casualità, dei giochi e dell’ amore.

DEI INFERIORI

NAGI (Spirito)
NIYA (Spettro)
SICUN (Intelletto)
NAGILA (Identità immateriale delle cose irrazionali)

FIGLI DI DEI

WOHPE: Figlia di Skan, generata per fare da mediatrice. Dotata di attributi divini. Patrona dell’ Armonia, della bellezza e del piacere.

KSA: Primo genito. Generato in maniera innaturale da un uovo di Wakinyan. Figlio maggiore di Inyan. Inizialmente Dio della Saggezza

IKTOMI:Ultima trasformazione di Ksa da parte di Skan per punirlo. Demone briccone e burlone.

IYA: Figlio minore di Inyan e secondo genito. Assolutamente malvagio. Capo di tutti gli esseri maligni.

By Aquila Grigia
*Fonte per la documentazione
James R. Walker
Lakota, tradizioni e riti
Mursia

ORIGINE DEI PRIMI QUATTRO TEMPI, DALLA CREAZIONE DEL MONDO, ALLE QUATTRO SACRE DIREZIONI E ALTRO.


        Prima degli Esseri e del tempo, esisteva Inyan, il cui spirito era Wakan Tanka.
Esisteva anche Han, che non è un Essere, in quanto rappresenta solo il vuoto, il nero della tenebra.
Morbida ed informe, Inyan possedeva tutti i poteri, i quali erano celati nel suo sangue blu.
Inyan desiderava esercitare i suoi poteri su di un altro essere, ma questi non avrebbe potuto esistere se non fosse stato creato con una parte tolta a se stesso.
Per fare ciò, avrebbe dovuto infondervi uno spirito, ma anche una parte del suo sangue blu, il che voleva dire, rinunciare ad una parte dei suoi poteri.
Decise in seguito di creare un essere che fosse parte di se stesso così da mantenere ugualmente i suoi poteri sotto il suo controllo.
Si privò quindi di ciò che gli si diffondeva di sopra e di sotto nella forma di un disco immenso, il cui bordo si trova dove non esiste confine.
Chiamo così quest' essere Maka e vi infuse uno spirito che è Maka-Akan (Dio della terra)
Per dare poi vita a Maka, egli si privò di tanta parte di se stesso, che si aprì tutte le vene, riversando quindi il sangue in esso.
La conseguenza per Inyan, fu quella di rimpicciolire diventando rigido ed impotente.
Il suo sangue, nel fluire divenne acqua e rimase acqua.
I poteri però non possono rimanere nelle acque, quindi si dividono dando così origine ad un essere dalla forma di una grande cupola azzurra, il cui bordo e confine si trova esattamente in corrispondenza di quello di Maka, ma senza toccarsi.
I poteri divengono uno spirito e la cupola azzurra il cielo, il Grande Spirito, Skan.
Ecco quindi che l' unione fra Inyan e Maka e le acque, danno forma al mondo, mentre Skan da forma al cielo.
Essendo litigiosa, Maka rimproverò Inyan per non averla creata come essere separato, ma congiunto ad esso, e gli chiese così di bandire Han.
Quando però Inyan le disse di esser rimasto privo di poteri, ella se ne prese gioco e lo derise per la sua impotenza, dandogli talmente tanto tormento così da indurlo ad appellarsi a Skan.
Udendo quindi le lamentele di Maka e gli appelli di Inyan, Skan creò un' altra figura indipendente, così prese vita il Giudice Ultimo e supremo di tutte le cose.
Il Giudice decretò che Maka rimanesse sempre collegata ad Inyan, come egli l' aveva creata, ma per darle soddisfazione diede vita a Anp che non è un essere, ma soltanto il rosso della luce.
Skan scacciò Han nelle regioni sotto il mondo, e gli antepose Anp, facendo così in modo che il mondo acquistò luce, ma senza che essa ne emanasse o facesse ombre.
Quando Maka si vide nuda e fredda, lo disse a Skan lamentandosi di questo inconveniente.
Skan allora prese da Inyan e Maka , dalle acque e da se stesso ciò che gli serviva per creare un disco scintillante a cui diede il nome di Wi, e nel quale infuse lo spirito di Wi-Akan (Dio del Sole).
Skan collocò quindi Wi al di sopra della cupola azzurra dandogli l' origine di risplendere sul mondo, espandendo quindi il suo calore su tutto e creando quindi da ogni oggetto o cosa un' ombra riflessa.
Maka, non trovando il conforto se non nell' ombra,, implorò Skan di riportare Han nelle regioni sopra il mondo.
Skan, diede allora ordine a Anp ed a Han di inseguirsi, in modo di rimanere sul mondo alternandosi.
Skan ordinò poi a Wi di precedere Anp nelle regioni sotto il mondo e di seguirla sopra il mondo.
Detto fatto, tutti eseguirono l' ordine di Skan , così ebbero origine i Quattro Dei Superiori., creando Anp-Etu (Giorno) e Han-Yetu (Notte), i primi due dei Quattro Tampi.

*Quello che segue, è un riassunto delle diverse leggende che nel loro insieme, danno l' origine al Terzo dei Quattro Tempi.

        Gli Dei, solitamente banchettavano nelle regioni sotto il mondo.
Skan, diede quindi vita all' umanità creandola allo scopo di servirli.
Poco a poco, l' umanità si moltiplicò e Skan diede ad essa il nome di Pte (Popolo).
Il capo di Pte e sua moglie Ka, ebbero una figlia di nome Ite, la quale era più bella di qualsiasi altro essere, tranne Wohpe.
Ite, fu presa in moglie da Tate, dandogli quattro figli al primo parto e rimanendo di seguito nuovamente in cinta.
Poiché Ite era orgogliosa e vanitosa della propria bellezza, Ksa e Gnaski complottarono affinché ella non prendesse il posto di Hanwi (usurpandola), come compagna di Wi.
Sua madre Ka, essendo una veggente, predisse che se Ite fosse divenuta compagna di Wi, lei stessa ed i genitori sarebbero stati estinti per sempre.
Wa e Ka, incoraggiarono così Ksa e Gnaski nelle loro trame.
Al banchetto degli Dei, Ite prese quindi il posto di Hanwy accanto a Wi che le sorrise.
Per la vergogna, Hanwi nascose il proprio volto a Tate per il dolore chinò la testa.
Skan, vedendo tutta questa arroganza, condannò Ite ad essere abbandonata dal figlio nascituro, e ad esistere per sempre nel mondo con due volti: 
Uno di una bellezza affascinante
L'altro di un orrore terrificante.
Ite, è ora , Anog Ite (Donna Bifronte), la quale alimenta il dissenso, la tentazione e la maldicenza.
Skan condannò anche Wa e Ka ad esistere nel mondo per sempre, ma separati:
lui come mago
lei come strega
i quali aiutano ed ostacolano a seconda delle loro soddisfazione o insoddisfazione.
Skan, condannò quindi Ksa per aver usato la propria saggezza in modo da indurre una Dea a nascondere il volto ad un Dio, chinare la testa per il dolore e non partecipare più a banchetti fra gli Dei stessi; ad esistere in eterno nel mondo senza un amico e a risolvere la propria saggezza in una nera astuzia che lo avrebbe intrappolato nelle sue stesse trame, e lo chiamò Iktomi, il Demone Briccone il cui piacere è quello di mettere in ridicolo gli altri.
Poiché Wi aveva ceduto agli stratagemmi di una donna, Skan dichiarò che Hanwy non sarebbe stata più sua compagna, condannandolo così a viaggiare per sempre solo.
Per compensare poi Hanwi e Skan, le donò un tempo, il quale si estende da quando ella si avvicina maggiormente a Wi a quando ritorna, creando così il terzo dei Quattro Tempi, Hanwi-Yetu (La lunazione).

        Tate, innamoratissimo di Ite, supplicò Skan di poter dimorare nel mondo, insieme ai quattro figli ed al futuro nascituro, in modo di dar loro la vicinanza della madre.
Skan accolse questa preghiera, ordinando che i quattro fratelli si stabilissero nelle Quattro Direzioni, mentre Tate doveva dimorare al centro del mondo.
I figli di Tate, viaggiarono così intorno al mondo, ognuno mantenendo una Direzione e dando così vita alle Quattro Sacre Direzioni che dividevano in parti di eguali distana dal centro, il cerchio.
Nel compiere il tragitto di questo viaggio assegnato loro da Skan, ebbero difficoltà, perché contrastati da Ibom, Gnaski e Iktomi, ma ebbero anche avventure aiutati da Whope, Wazi e Kanza.

        *i questa avventura ci sono leggende che narrano di complotti, gelosie amori e grandi imprese.
Wohpe, durante l' assenza dei fratelli, dimorò con Tate, tenendo il conto delle lunazioni dalla loro partenza fino al loro ritorno.
Wohpe ebbe poi cura di Yum il nascituro di Tate insegnandoli tutti i giochi ed istruendolo nella danza , ricevendo in cambio l' amore che un figlio ha per suo padre.
Quando i quattro fratelli fecero ritorno dal viaggio, Skan assegnò ad ognuno di essi una direzione, poi per ognuna di esse creò una stagione.
Ordinò, quindi ad ognuno dei fratelli di portare la stagione assegnata nella propria direzione e di controllarne il tempo atmosferico nel corso della durata di ogni singola stagione.
Skan, infine concesse loro attributi divini, così che i quattro fratelli siano raggruppati in un unico Dio,Wani (il vigore), rendendoli così messaggeri degli Dei.
Wohpe, al padre Skan mostrò che i fratelli dal loro viaggio si assentarono per dodici lunazioni, perciò Skan decise che dodici lune avrebbero costituito un Wani-Yetu (Un anno) cioè il quarto dei Quattro Tempi.
In seguito alle implorazioni fatte da Wohpe, Skan diede a Yum attributi divini, facendolo così il Dio della Danza dei giochi e dell' amore, anche se in realtà Yum è un Dio molto volubile.

By Aquila Grigia
*Fonte per la documentazione
James R. Walker
Lakota, tradizioni e riti
Mursia

LE QUATTRO SACRE DIREZIONI IN SCHEMA

NORD 
Colore: Bianco 
Animale di Medicina: Bisonte 
Proprietà: Saggezza 
Freccia di medicina: Dalla direzione della saggezza 
Simbolo: Aria 
Stagione: Inverno 
Piante: Sweetgrass 
Momento della giornata: Cielo notturno 

OVEST CENTRO EST
Colore: Nero Colore: Giallo
Animale Medicina: Orso Animale Medicina: Aquila
Proprietà: Luogo dello sguardo interiore, natura introspettiva dell’ uomo Proprietà: Rinnovare, illuminare
Freccia di medicina: Dalla direzione dell’ introspezione Freccia di medicina: Dalla direzione della lungimiranza
Simbolo: Terra Simbolo: Fuoco
Stagione: Autunno Piante: Pino, Salvia, Tabacco
Piante: Artemisia, Salice, Salvia Stagione: Primavera
Momento della giornata: Tramonto Momento della giornata: Alba

SUD 
Colore: Verde 
Animale Medicina: Topo 
Proprietà: Innocenza, fiducia, percezione della natura nel nostro cuore 
Freccia di medicina: Dalla direzione dell’ innocenza 
Piante: Cedro, Copale 
Stagione: Estate 
Momento della giornata: Mezzogiorno 

By Aquila Grigia

Fonti:
Joseph Bruchac James R. Walker Se Bedetti
La capanna del sudore Lakota I segreti degli Indiani d’America
Storia e leggende Tradizioni e riti Tradizioni, essoterismo, medicina
Xenia Edizioni Mursia De Vecchi Editore

LE QUATTRO SACRE DIREZIONI:

“C’è molto potere nel cerchio, gli uccelli lo sanno e per questo volano in cerchio e costruiscono le loro case a forma di cerchio. Anche i Coyote lo sanno, ed è per ciò che vivono in buche circolari del terreno” (Alce Nero)

        Fra le popolazioni native, si attribuisce grandissima e sostanziale importanza alle Quattro Direzioni. (Sacre), che accompagnano, seguono e guidano dalla nascita alla morte ogni singolo individuo.
Secondo i nativi, tutti gli esseri viventi, dagli animali agli alberi, crescono e si estendono in tutte le direzioni, e per volere della fortuna e degli elementi, la crescita o la nascita, divengono più o meno complete.
Fin dalla nascita, un bambino pellirosse viene istruito e allevato spiegando ad esso come prima cosa i Quattro Grandi Poteri della Ruota di Medicina, contenuti nelle Quattro Sacre Direzioni.
Questo percorso, ed insegnamento della Ruota di Medicina al bambino lo porta alla consapevolezza ed alla propria completezza nell’ equilibrio fra se stesso, la natura e gli Dei.
Il bambino, comincerà ad apprendere gli insegnamenti da una punta della Ruota di Medicina, indistintamente, andando mano a mano nel tempo a completarla facendo così il giro completo di tutte le Direzioni.

EST:

        L’ Est è la direzione spirituale della visione sulle origini e le cause di tutte le cose.
L’ Est è la direzione dove ogni giorno sorge il sole (Alba), dando luce al mondo, chiarezza, innocenza e calore.
L’ Est è la direzione dell’ inizio della vita che nasce e che rinnovandosi nasce nuovamente dopo il buio, la primavera dopo l’ inverno.
Animale Totem:
L’ animale Totem che più raggigura l’ Est, è l’ Aquila.
Essa, infatti, vola in alto più di qualsiasi altro uccello, usando le sue enormi ali, ed è per questo che si avvicina al sole, il Grande Spirito.
Piante Sacre:
Le piante associate alla direzione dell’ Est sono, il Pino, la Salvia ed il Tabacco.
Tabacco: Onora gli antenati e ne invoca la saggezza
Pino: Il Pino, ci offre la pulizia, la fertilità e la pace della mente. Molti nativi lo usano dentro la propria abitazione, perché si ritiene sia un buon guardiano, essendo un sempreverde, quindi non muore mai e restando sempre in veglia.

SUD

        Il Sud è il luogo di origine dell’ innocenza e della fiducia. 
Il sud è la direzione per percepire sentimenti nel nostro cuore.
Il Sud è la direzione ove il sole è al culmine della sua altezza.
Il Sud, aiuta lo sviluppo delle proprie emozioni, come l’ amore, la generosità, la lealtà ed il senso di giustizia..
Il Sud è l’ energia che il bambino apprende per divenire adulto e giusto di spirito.
L’Acqua rappresenta a meraviglia i vari aspetti dell’ emotività umana e dei suoi comportamenti , come ad esempio:
La calma, rappresentata da una superficie di un lago, quindi privo di grosse onde.
L’ Oscurità, rappresentata da una pozzanghera torbida.
La purezza, rappresentata da un ruscello che scorre lungo tutto il suo percorso.
La violenza, rappresentata da una bella tempesta su di un mare o di un oceano.
Animale Totem:
L’ animale Totem che meglio rappresenta la direzione del Sud, è il topo, perché dotato di una sensibilità e di una percezione sviluppatissimi.
Piante Sacre: 
Le Piante sacre che troviamo a Sud della Ruota di Medicina e, che possono esser usate nelle preghiere, sono il cedro e la copale.
Cedro: Serve come protezione, è amico del sole e serve per una nuova vita.
Copale: Usata nelle cerimonie basate sull’ enfasi della direzione Sud-Ovest.

OVEST:

        L’ Ovest è la direzione Sacra dalla quale arriva il buio.
L’ Ovest è la direzione dell’ introspezione dello sguardo interiore dell’ uomo.
Dalla direzione dell’ Ovest, provengono tuoni e fulmini. Parole di Cervo Zoppo ce lo mettono in risalto:
“Tutto nella natura si muove in un determinato movimento che per gli occidentali è il senso orario. Solo gli Esseri del Tono vanno in senso contrario a quello orario”
L’ Ovest simbolicamente è anche dimostrazione di potenza.
La persona impara a riconoscere dall’ Ovest le creature dell’ ombra, le sfaccettature e il modo di operare della propria mente e della psiche, ed impara a trasformare e mutare queste cose attraverso la propria volontà.
Animale Totem: 
L’Animale Totem dell’ Ovest, più adatto è rappresentato dal Grizzly.
Piante Sacre:
Le Piante Sacre rappresentate da questa direzione, sono la Salvia, l’ Artemisia e il salice.
Salvia: Viene usata come purificatrice, fungendo così da allontanamento di forze o energie negative. A volte, viene usata anche verso la direzione dell’ Est, ma trova tutte le sue caratteristiche incentrate sulle qualità dell’ Ovest.
Artemisia: Usata perché “dona” le visioni e viene usata per rendere chiari i sogni e le profezie.
Salice: Per alcune tradizioni, è l’ inconscio sotterraneo, il rinnovamento della vita dopo la morte. 

NORD:

        Il Nord è la dimora dell’ inverno, è dove nasce la saggezza, dove risiedono gli insegnamenti ed i doni intellettuali simboleggiati dalle Montagne e dai Laghi Sacri.
La persona che trae ispirazione e percezione da questa direzione, è colma di saggezza appresa in modo solitamente molto duro.
Infatti, l’ uomo del Nord, è sopravissuto al gelo, alla fame, alle pestilenze, alle inondazioni, alla perdita dei famigliari ed altre cose ancora.
Egli, da queste avversità, ha appreso l’ altruismo e l’interdipendenza di tutte le creature, scolpendo nel proprio cuore queste esperienze e mettendole in pratica nei momenti del fabbisogno, come ad esempio mai commettere due volte lo stesso errore, calcolare, valutare e prevedere eventi ecc ecc.
Animale Totem:
L’ Animale Sacro alla direzione del Nord, è rappresentato dal Bisonte, perché da esso, i nativi usavano tutto, senza buttare nulla, e quindi traendo sostegno e nutrizione.
Piante Sacre:
La Pianta più Sacra a questa direzione, è rappresentata dalla:
SweetGrass (Capelli della nonna). I suoi capelli bianchi, sono il simbolo dell’ esperienza, frutto di molte conquiste nel tempo.

By Aquila Grigia

Fonti:
Joseph Bruchac James R. Walker Se Bedetti
La capanna del sudore Lakota I segreti degli Indiani d’America
Storia e leggende Tradizioni e riti Tradizioni, esoterismo, medicina
Xenia Edizioni Mursia De Vecchi Editore

http://www.quartadimensione.com/portale/index.htm