EXTRATERRESTRI
TRA GLI ANTICHI ASSIRI

La Mesopotamia (odierno Irak, ndr) è una regione storica molto antica. I fiumi Tigri ed Eufrate hanno visto il sorgere e il declino di diversi imperi. La religione delle civiltà che qui vissero, il loro modo di essere, gli stupendi bassorilievi e gli altrettanto stupendi palazzi - teatri di fantastiche avventure - compongono il meraviglioso mondo dei popoli mesopotamici. Unà civiltà che sembra attirare in modo particolare l’attenzione sembra essere quella degli Assiri: bellicosi guerrieri, fondatori di un impero che comprendeva le antiche regioni della Mezzaluna fertile. Parlare oggi di questo popolo è tanto affascinante quanto parlare degli Egizi o degli stessi Sumeri, che abitarono la medesima regione in tempi più antichi.
Molti ricercatori del mistero, come Zacharia Sitchin, hanno sempre intravisto nei Sumeri le tracce del passaggio di esseri cosmici. La setssa cosa potremmo dirla per quanto riguarda gli Assiri: strane figure sfilano sui meravigliosi bassorilievi, enigmatiche sono le numerose sculture in pietra che un tempo adrornavao le mura delle antiche città di questa civiltà. Gli antichi dei assiri erano forse esseri extraterrestri? Le numerose raffigurazioni litiche mostrano alcuni re assiri nell’ atto di colloquiare con esseri non umani, oppure di scrutare in modo particolare astri e pianeti.

Iniziamo con le opere d’arte nelle quali potremmo trovare il possibile arrivo di esseri di altri mondi in un antico passato:

Interessante è la rappresentazione del dio pesce Oannes immortalata nel palazzo di Sargon II, re Assiro, all'incirca nel 715 a.C. (Ma non è l'unica. Qui a fianco ntroviamo altri Oannes, ndr). Secondo diversi studiosi deve essere arrivata a un certo punto una razza di alieni anfibi, che istruirono diverse popolazioni dell’Africa e quindi della Mesopotamia. Secondo alcuni sarebbero venuti da Sirio. Presenze di questa civiltà ci sarebbero anche nell’antica Cina, visto che lì si parla di cani rossi provenire dal Cane Celeste e visto che anche in Cina si parla di uomini per metà pesci. Il noto studioso russo Zacharia Sitchin ci dice che presunti esseri extraterrestri giunsero sulla Terra da un pianeta di nome Nibiru. Da qui discese la cultura Sumera, e quindi la nostra. Anche altri popoli mesopotamici avrebbero adorato la medesima divinità, spesso raffigurata sulle mura assire. Chi arrivò a un certo punto presso questi popoli antichi?

È possibile che presso gli Assiri siano arrivati anche i cosiddetti geni assiri. Ve ne sono a quanto pare di tre tipi: gli esseri che presentano volti umani senza barba; gli dei volanti, con i volti dell’iconografia mesopotamica classica; e le cosiddette sfingi alate.
La storia si ripete, visto che sia in Grecia sia nell’antico Egitto ne troviamo traccia. Tuttavia questi esseri alati assiri presentano differenze sostanziali l’uno dall’altro:

L’Affresco parietale qui di fianco ci mostra il classico genio assiro. Vengono denominati geni gli dei protettori dell'antica Assur. Notiamo il volto privo di peli, delle ali e qualcosa al polso di molto simile a un orologio (Tale rappresentazione potrebbe essere quella del cosiddetto "nordico", tipologia aliena che molti testimoni affermano di aver incontrato ancora ai nostri giorni, ndr). Il ricordo del loro passaggio rimase nel ricordo degli Assiri.

L'immagine qui a fianco rappresenta invece un genio assirio dotato di ali, e con un volto tipicamente mesopotamico. Nella mano sinistra porta una specie di secchiello. Questa sarebbe la seconda tipologia di geni alati che abbondano nelle raffigurazioni mesopotamiche. Si tratta di antichi dei extraterrestri stilizzati secondo i canoni locali?

L’ultima immagine ci mostra invece la terza tipologia di essere alato, la cosiddetta sfinge alata: per metà essere umano, per metà volatile. Si tratta forse di un'altra rappresentazione di una qualche forma di vita extraterrestre?

L'antico sapere degli dei passò in mano agli Assiri e, in seguito, agli Ebrei. Forse gli antichi signori del cosmo iniziarono questi popoli alla scienza del volo e ad altre simili?

Cosa successe tanti secoli or sono nell’antica Assiria? Le tavolette cuneiformi e i rilievi dei palazzi mesopotamici ci raccontano dell’arrivo di gente non umana, gente favolosa, che arricchì la Terra mediante una nuova e più elevata saggezza. Si tratta solo di fantascienza oppure stiamo parlando della vera storia dei popoli mesopotamici? Forse un giorno sapremo la verità.

CRONOLOGIA DELLA STORIA ASSIRA

§ Antico Impero (1950 a .C. - 1365 a.C.)
Caratteristico di questo periodo è il regno del famoso Sargon I e la capitale è rappresentata da Assur. Da ricordare in questo periodo i frequenti commerci con la penisola dell’Anatolia e le prime conquiste militari ad opera Shamsi-Adad I. Incursione delle tribù Amorre e riduzione a vassallo di Babilonia.

§ Medio Impero (1365 a.C. - 932 a.C.)
Conquiste militari e creazione dell’Impero Assiro per opera di Tiglat Pileser.

§ Nuovo Impero (911 a.C. - 612 a.C.)
Massima espansione dell’Impero Assiro. Regno di terrore legato ad Assurnasipal II, decadenza assira e inizio della dinastia Sargonide. Conquiste egiziane ad opera di Asarhaddonn; regno di Assurbanipal e sgretolamento dell’Impero Assiro.

PASQUALE ARCIUOLO

BIBLIOGRAFIA:

Don Nardo, The Assyrian Empire.

Mark Healy, The Ancient Assyrians.

Lewis Spence, Myths and Legends of Babylonia and Assyria.

Zecharia Sitchin, The Lost Book of Enki: Memoirs and Prophecies of an Extraterrestrial god, 2002.

Zecharia Sitchin, Divine Encounters: A Guide to Visions, Angels and Other Emissaries.

Zecharia Sitchin, The Stairway to Heaven.

Zecharia Sitchin, The 12th Planet.

Le foto dei geni alati e del re assiro che scruta il cielo sono tratti da: Erik Von Daniken, Enigmi nel Passato, Sugarco Edizioni.

Non hai trovato quello che cercavi? Trovalo su Google!

Google