I DOGON E L’ENIGMA DI SIRIO

        Nel 1976 uscì “Il Mistero di Sirio” di Robert Temple, in cui si sosteneva che i Dogon, una tribù dell’Africa occidentale, avessero avuto, nel loro passato, visite da parte di esseri anfibi molto evoluti provenienti dal sistema solare gravitante attorno alla stella Sirio, stella principale della costellazione del Cane Maggiore, distante 8,6 anni luce dalla Terra (chiamata da loro Sigu Tolo).

Negli anni seguenti la pubblicazione del suo libro, Temple venne minacciato e ostacolato nella sua carriera di scrittore da “uomini misteriosi”, forse della CIA (secondo il parere dello stesso autore). Perché? Chi aveva interesse ad ostacolare il suo lavoro? Qualcuno voleva forse nascondere la verità riguardo Sirio e i Dogon?

Robert Temple venne intervistato nel programma radiofonico "The Zoh Show” il 9 Ottobre 1998. Durante l’intervista affermò: “…ho scoperto qualcosa di molto strano, ossia che la NASA sta cercando di occultare parte del programma della sonda Cassini diretta verso Saturno, che è destinata a studiare una delle sue lune chiamata Phoebe. Questa luna stranamente è l’unica nel sistema solare perfettamente levigata, rotonda e priva di crateri, e potrebbe essere in realtà un veicolo interstellare, pieno di esseri acquatici addormentati. Anzi, credo che ora non dormano più, perlomeno dal 1981, perché in quella data il Voyager One entrò nel sistema di Saturno, e sicuramente questo li avrà svegliati…”

Giorgio Pastore

Per saperne di più:

Giorgio Pastore, Dèi del Cielo, dèi della Terra, Eremon Edizioni