COME SONO FATTI ?

          L'universo è infinito ed esistono infiniti mondi. Viene così spontaneo pensare che possano esistere infinite forme di vita. Perfino su Marte hanno trovato dei micro-batteri. Pensiamo però alla sola vita intelligente. In tal caso, viene da chiedersi, come sarebbero fatti altri esseri simili a noi, con una loro storia evolutiva, con le loro invenzioni, scoperte, passioni... Molto spesso viene spontaneo immaginarceli di forma umanoide, simile alla nostra, ma non ci rendiamo conto che, così facendo, non facciamo altro che ricadere sullo stesso errore dei nostri avi, che mettevano l'uomo al centro di tutto. Se una persona nasce cieca non potrà mai vedere, anche ammettendo che riacquisterà la vista, perché il suo cervello non è mai stato allenato a riconoscere il mondo esterno, avendolo sempre "riconosciuto" solo col tatto e con l'udito. Allo stesso modo, non siamo in grado di concepire qualcosa che non abbiamo mai visto. La mente umana sarà purtroppo sempre "limitata" nel conoscere cose più grandi di lui, o cose comunque mai viste. Gli alieni potrebbero già essere tra noi, ma noi potremmo non riconoscerli, in quanto mai visti prima, e lo stesso può valere per i fantasmi e per i cosiddetti angeli-custodi, sempre ammesso che esistano. Ciò spiegherebbe anche perché, in certi casi, più persone riferiscono testimonianze oculari diverse pur avendo assistito allo stesso fenomeno, come accaduto nei luoghi di apparizioni di crop circles e di visioni di carattere religioso. Ognuna di quelle persone avrà avuto una diversa visione, a seconda del suo "potenziale di riconoscimento", che varia da persona a persona, equivalente al bagaglio visivo accumulato giorno dopo giorno nella nostra vita.  

Comunque, possiamo lo stesso immaginare l'aspetto di un possibile extraterrestre:

Sopra: un simpatico alieno guarda il nostro sito 
(opera grafica realizzata da Alessandro Martellotta ). 

- il tipico cosiddetto "grigio" dei telefilm di X-Files, è l'alieno per eccellenza e l'abbiamo anche incontrato nella famosa "autopsia" del presunto alieno rinvenuto a Roswell nel 1947, nonché in numerosi altri film. Ormai è l'alieno entrato nell'immaginario collettivo: di pelle grigia/bianca pallida, con grandi occhi scuri e senza pupilla, basso di statura, magro, con lunghe braccia, senza peli, con un grande cranio (direi sproporzionato rispetto al corpo), all'apparenza nudo (ma probabilmente protetto da una tuta spaziale).
- Poi, ritroviamo l'alieno d'aspetto umanoide. Di solito indossa una tuta color blu molto brillante ed è alto e biondo. Una donna disse di aver avuto anche un rapporto sessuale con un alieno simile (e ci credo!).

- In altri casi, le testimonianze riportano descrizioni di alieni dagli accentuati caratteri "animaleschi". Quindi, esseri che camminano a quattro zampe (ma non necessariamente), di corporazione molto robusta, col corpo ricoperto di peli, sia di dimensioni molto grandi, sia anche di piccole dimensioni. Di solito compiono per spostarsi grandi balzi, ma non sembrano aggressivi.
- Fino agli anni '60/'70 andava di moda il cosiddetto "marziano". Un piccolo alieno dalla pelle verdastra, con o senza antenne. Si incominciò a parlare dei marziani da quando vennero osservati per la prima volta i famosi "canali di Marte", delle tracce, visibili con potenti telescopi, sul suolo del pianeta rosso che, all'apparenza sembravano strade di moderne metropoli, ma che poi si rivelarono essere dei letti prosciugati di antichi fiumi, fattore che, tra l'altro, non deluse al cento per cento i fautori di questi "omini verdi", ma anzi, ne stimolò la voglia di scoprire se un tempo fosse esistita la vita su Marte.

Dott. Giorgio Pastore

VAI ALLE FOTO DEGLI ALIENI IN UN GIARDINO, CLICCA QUI!

Non hai trovato quello che cercavi? Trovalo su Google!

Google