FAQ Log in
Cerca Profilo
Lista utenti Gruppi
Messaggi privati
Registrati
La magia delle piante
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Nuovo argomento   Rispondi
Indice del forum » Filosofia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
AsterRes
ala di mercurio


Registrato: 13/11/10 14:58
Messaggi: 267
Residenza: Gardone Val Trompia (BS)

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 3:46 pm    Oggetto: VOCABOLARIO
Rispondi citando

Giusto per arricchire le informazioni che Devis vi ha già dato.

I vari preparati

1. DECOTTO: Si effettua normalmente sulle droghe da cui i principi attivi sono difficili da estrarre, perché contenuti in parti legnose o coriacee della pianta (ad esempio la liquerizia).

L’estrazione si effettua facendo bollire la pianta o parte di essa (2-5g di droga su 100g di acqua) per un determinato periodo di tempo (5 minuti per fiori e sommità fiorite, 10-20 minuti per corteccia, radici e legno), quindi si lascia macerare (circa 10 minuti) prima di filtrare con carta o tela a trama fine.

Inoltre è bene consumare subito il decotto dato che i principi attivi sono spesso volatili.

Ma il decotto non avrà mai i principi attivi completi in quanto l’ebollizione ne comporta la perdita di alcuni.

2. ENOLITO: Medicinale a base vinosa, preparato con una lenta macerazione di erbe, piante, radici e fiori nel vino rosso.
Oppure si macerano le droghe nel mosto in ebollizione o per aggiunta dell’estratto fluido, al vino.

3. ESTRATTO FLUIDO: estratto liquido, utilizzabile puro oppure diluito.

4. ESTRATTO MOLLE: estratto dalla consistenza del miele.

5. ESTRATTO SECCO: estratto in polvere.

6. INFUSO: E’forse il preparato più noto nell’uso “popolare”; è particolarmente indicato per fiori e foglie, che si usano preferibilmente leggermente essiccati.

L’infuso si prepara versando acqua bollente sulle erbe medicinali, in un contenitore di terracotta o di vetro (per evitare la formazione di tannati di ferro), si lascia in infusione dai 5 ai 15 minuti in base alla prescrizione, si filtra e beve.

Le dosi sono di 5 g di droga per 10 cl di acqua, ma le dosi vanno dimezzate in base all’età e alla sensibilità individuale.

Età Dose
2-3 anni 1/8
3-4 anni 1/6
5-9 anni 1/4
14-20 anni 2/3 o intera
20-50 anni Intera
Oltre i 50 anni 3/4

7. MACERATO: Procedimento elaborato che consiste nell’estrazione a freddo dei principi attivi in solventi che possono essere acqua, vino, alcol e olio.
Le droghe vanno lasciate a riposare nel solvente freddo per periodi di tempo che possono variare da un giorno a più settimane a seconda della droga utilizzata, per poi filtrare con cura.

8. MACERATO GLICERICO: O Gemmoderivato, è un estratto ottenuto dalle gemme, i giovani getti, radichette, scorze delle radici, semi freschi, scorza dei giovani fusti.
Questi tessuti vegetali sono ricchi d’ormoni, enzimi, proteine ed acidi nucleici come DNA e RNA, tutte sostanze molto attive dal punto di vista biologico.
La macerazione avviene in 21 giorni, in una miscela di alcol e glicerina.
Seguono le fasi di filtraggio e di spremitura. Il prodotto viene poi diluito nelle proporzione 1:10 il che spiega la particolare sigla 1DH che contrassegna questo tipo di preparato, che vengono citati pure come: gemmo terapici.

9. OLEOLITO: Estratto oleoso delle droghe.

10. OLI ESSENZIALI: Sostanze volatili contenute nelle foglie, nei fiori, nei frutti ed in altre parti delle piante. Sono prodotti molto concentrati estratti per distillazione in corrente di vapore. In alcuni casi (come nelle essenze di agrumi) si ottengono dalla spremitura della bucce.

11. TINTURA MADRE: Consiste nel macerato di piante fresche in alcol etilico per un lasso di tempo inferiore ai 21 giorni, in seguito alla filtrazione, il residuo vegetale viene spremuto e il liquido ottenuto viene aggiunto al precedente.
Il grado alcolico della tintura, se necessario viene aggiustato, ma deve essere comunque compreso trai 45° e i 65°.
La qualità della tintura viene assicurata dall’ottima estrazione effettuata dall’etanolo e dal fatto che la materia prima è costituita da piante appena raccolte.
Si chiama “madre” perché costituisce la base per ottenere con diluizioni successive, i rimedi omeopatici.
Se i prodotti sono estratti con solventi differenti da alcool e acqua, devono essere sempre specificati.

12. SEMPLICE: E’ il nome che si dà a droghe, erbe e piante, da cui vengono estratti, con modalità diverse, un insieme di principi.

13. SCRIOPPO: Preparazione gradevole e correttiva di droghe non appetibili.
Può essere preparato con infusione o decozione delle droghe; filtraggio e aggiunta di zucchero secondo precisi rapporti ponderali; oppure disciogliendo una quantità d’estratto fluido in sciroppo semplice (soluzione di acqua e zucchero).

14. SUCCO: L’estrazione dei succhi avviene sulla droga fresca e ricca di contenuto acquoso.
Il succo, estratto con diversi sistemi, contiene i sali minerali e le vitamine che la pianta possiede e tutte le altre sostanze che possono essere ricavate mediante pressione.
Tuttavia però il succo ottenuto non potrà avere tutti i principi attivi della pianta.
Nell’uso familiare i succhi possono essere ricavati con una sbollentatura veloce della droga fresca e con successiva pressione su di essa con apparecchi opportuni, come piccoli torchi.
Meglio ancora usare le moderne centrifughe che permettono un recupero pressoché totale del succo contenuto.
 Top »
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo MSN
AsterRes
ala di mercurio


Registrato: 13/11/10 14:58
Messaggi: 267
Residenza: Gardone Val Trompia (BS)

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 3:48 pm    Oggetto: Le tisane e la loro preparazione
Rispondi citando

Con “tisana” s’intende quel tipo di procedimento che estrae la sostanza attiva dal vegetale.

Va preparata seguendo scrupolosamente le indicazioni date, prestando attenzione al tipo di pianta, alla parte di essa utilizzata (stelo, foglia, fiore, radice, ramo, corteccia, ecc.) nelle quantità e modalità definite.

Per quanto riguarda la concentrazione è importante non esagerare né in eccesso né in difetto per evitare che si presentino effetti indesiderati e inattesi, come pure che non si presentino affatto.

I principi attivi della droga talvolta sono in alcuni specifici organi della pianta, in altri casi in tutta la pianta.

Per poter usufruire delle loro proprietà è necessario estrarli e le tisane sono appunto dei preparati che sfruttano l’effetto solvente dell’acqua a caldo o a freddo.

I procedimenti per la preparazione delle tisane sono fondamentalmente: infusione, decozione e macerazione.

Essi estraggono le sostanze attive secondo le caratteristiche della parte della pianta presa in considerazione.

Quindi, le piante aromatiche non vanno bollite perché il calore porterebbe con sé le loro proprietà curative. La stessa cosa vale per i fiori che, salvo le dovute eccezioni, sarà bene trattare con procedimenti d’infusione o macerazione.

La decozione invece è adatta alle parti più dure delle piante, che si devono far bollire per 5-6 minuti.
 Top »
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo MSN
AsterRes
ala di mercurio


Registrato: 13/11/10 14:58
Messaggi: 267
Residenza: Gardone Val Trompia (BS)

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 3:49 pm    Oggetto: QUANDO BERE LE TISANE
Rispondi citando

Per la maggiore efficacia delle sostanze contenute nelle tisane, si consiglia di seguire i seguenti consigli per i momenti migliori della giornata per la loro assunzione, e di quali tipi di tisane:

• Mattino a digiuno: Depurativi, lassativi e purganti, diuretici, cicatrizzanti dello stomaco e dell’intestino, vermifughi.

• Prima o dopo i pasti (ore 10 o 16): Protettori del fegato, antireumatici, antisettici, antitosse, antigottosi, cardiotonici, coadiuvanti nelle cure del ciclo mestruale.

• Venti minuti prima dei pasti: Ricostituenti, antiacidi, rimineralizzanti.

• Dopo i pasti: Digestivi, sedativi, antiacidi, antifermentativi e coadiuvanti dell’espulsione di gas intestinali.

• Prima di coricarsi: Sedativi, lassativi, cardiotonici, prodotti per migliorare la circolazione.
 Top »
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo MSN
AsterRes
ala di mercurio


Registrato: 13/11/10 14:58
Messaggi: 267
Residenza: Gardone Val Trompia (BS)

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 3:50 pm    Oggetto: CONSIGLI PRATICI
Rispondi citando

1. Non utilizzare casseruole smaltate o di metallo nudo;

2. Rispetto delle regole per la fitoterapia;

3. Non continuare la cura quando non è necessario, rischiando d’affaticare l’organismo inutilmente;

4. Una tisana curativa va bevuta, salvo altre indicazioni, prima dei pasti e a stomaco vuoto, in dosi frazionate nell’arco della giornata;

5. Evitare di addolcire con lo zucchero e preferire il miele vergine integrale;

6. La maggior parte delle tisane vanno bevute calde, ma quelle amare sono più accettabili se ingerite fredde.
Per rendere più gradevoli i preparati di sapore poco piacevole si può ricorre a correzioni con erbe come: angelica, anice verde, basilico, menta, arancio, origano, finocchio, gelsomino, liquirizia, salvia, ecc;

7. Imparare a controllare la freschezza delle droghe acquistate.
Se è stata raccolta da più di un anno non è più di buona qualità.
Per verificare mettere un pizzico di quella in una tazza lasciandolo per un’ora in una tazza, se in seguito a questa, non darà più profumo, la pianta medicinale sarà troppo vecchia.
Se la pianta si sbriciola polverizzandosi facilmente significa che è morta.

8. Evitare piante provenienti da aziende che utilizzano sostanze chimiche, altrimenti ce le si ritrova nelle tisane;

9. Conservare le droghe in zone ombrose, prive di luce, fresche, in sacchetti di tela o di carta (mai di plastica), oppure in recipienti di vetro scuro.
 Top »
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo MSN
Devis
luna piena


Registrato: 29/11/08 15:43
Messaggi: 710
Residenza: San Lorenzo in Campo, (PU).

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 7:10 pm    Oggetto:
Rispondi citando

Beh, sicuramente hai spiegato il perchè funzionano e tutto il resto, buono, mi hai risparmiato una bella fetta di lavoro Wink
_________________
"L'uomo crede talvolta di essere stato creato per dominare: si sbaglia.
Egli è solamente parte del tutto e la sua funzione non è quella di sfruttare bensì quella di sorvegliare, di amministrare e di conservare.
L'uomo non ha nè poteri nè privilegi.
Ha soltanto RESPONSABILITA'."

Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.

"Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso un miglio nei suoi mocassini."

http://www.myspace.com/demoniaita
Cercate Demonia su facebook!!!
 Top »
Profilo Invia messaggio privato MSN
Devis
luna piena


Registrato: 29/11/08 15:43
Messaggi: 710
Residenza: San Lorenzo in Campo, (PU).

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 7:29 pm    Oggetto: Come preparare uno sciroppo (preparazione base)
Rispondi citando

Mettete in una pentola 350ml di infuso di erbe concentrato, aggiungete 600gr di zucchero integrale di canna. Porre su fuoco lento e mescolare constantemento (molto meglio con una spatola di legno) fino al completo scioglimento.
_________________
"L'uomo crede talvolta di essere stato creato per dominare: si sbaglia.
Egli è solamente parte del tutto e la sua funzione non è quella di sfruttare bensì quella di sorvegliare, di amministrare e di conservare.
L'uomo non ha nè poteri nè privilegi.
Ha soltanto RESPONSABILITA'."

Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.

"Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso un miglio nei suoi mocassini."

http://www.myspace.com/demoniaita
Cercate Demonia su facebook!!!
 Top »
Profilo Invia messaggio privato MSN
tascia
aura di plutone


Registrato: 29/07/08 14:05
Messaggi: 6770

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 7:32 pm    Oggetto:
Rispondi citando

AsterRes...............conosci ricette non solo da pasticcera Wink
_________________
Conosci ciò che ti sta davanti, e ciò che ti è nascosto ti verrà rivelato; poiché non vi è nulla di nascosto che non venga un giorno rivelato.
 Top »
Profilo Invia messaggio privato
Devis
luna piena


Registrato: 29/11/08 15:43
Messaggi: 710
Residenza: San Lorenzo in Campo, (PU).

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 7:32 pm    Oggetto: Come preparare un impacco
Rispondi citando

Praticamente un impacco non è altro che un applicazione locale (con l'ausilio di un panno) di estratti vegetali (tipo tinture diluite, oli essenziali, decotti, tisane ecc...). Questi possono essere sia caldi che freddi.
In caso di uno caldo imbevete il panno nel liquido ben caldo, strizzatelo in modo che non coli e applicatelo sulla parte interessata. Lasciate circa per trenta secondi, poi ripetete l'applicazione. Questo per circa 15/20 minuti.
Per quelli freddi l'applicazione è la stessa.
_________________
"L'uomo crede talvolta di essere stato creato per dominare: si sbaglia.
Egli è solamente parte del tutto e la sua funzione non è quella di sfruttare bensì quella di sorvegliare, di amministrare e di conservare.
L'uomo non ha nè poteri nè privilegi.
Ha soltanto RESPONSABILITA'."

Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.

"Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso un miglio nei suoi mocassini."

http://www.myspace.com/demoniaita
Cercate Demonia su facebook!!!
 Top »
Profilo Invia messaggio privato MSN
tascia
aura di plutone


Registrato: 29/07/08 14:05
Messaggi: 6770

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 7:38 pm    Oggetto:
Rispondi citando

ma avete fatto un qualche corso insieme?
o ricerche insieme ?
_________________
Conosci ciò che ti sta davanti, e ciò che ti è nascosto ti verrà rivelato; poiché non vi è nulla di nascosto che non venga un giorno rivelato.
 Top »
Profilo Invia messaggio privato
Devis
luna piena


Registrato: 29/11/08 15:43
Messaggi: 710
Residenza: San Lorenzo in Campo, (PU).

 Messaggio Inviato: Lun Mag 23, 2011 8:19 pm    Oggetto:
Rispondi citando

Ognuno per i fatti suoi Tascia... Però spesso quello che fa l'uno completa quello che fa l'altra, da quando ci conosciamo è sempre stato così... Io sinceramente lo ho scoperto per caso quell'altra sera che pure lei ne conosceva qualcosa, così si è proposta di aiutarmi...
E io ho accettato con piacere.
_________________
"L'uomo crede talvolta di essere stato creato per dominare: si sbaglia.
Egli è solamente parte del tutto e la sua funzione non è quella di sfruttare bensì quella di sorvegliare, di amministrare e di conservare.
L'uomo non ha nè poteri nè privilegi.
Ha soltanto RESPONSABILITA'."

Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.

"Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso un miglio nei suoi mocassini."

http://www.myspace.com/demoniaita
Cercate Demonia su facebook!!!
 Top »
Profilo Invia messaggio privato MSN
Devis
luna piena


Registrato: 29/11/08 15:43
Messaggi: 710
Residenza: San Lorenzo in Campo, (PU).

 Messaggio Inviato: Mar Mag 24, 2011 1:44 pm    Oggetto: Come preparare un Elisir
Rispondi citando

Gli elisir sono estratti dolci a bassa gradazione alcolica. Prima di tutto preparare una TM(Tintura Madre) a massima gradazione alcolica (96°), poi diluite fino a 20° usando dello sciroppo di zucchero.
Per fare questo sciroppo dovrete mettere in acqua calda, non bollente, zucchero di canna integrale e mescolate fino a scioglimento. Le proporzioni sono due parti di zucchero e una di acqua.
Fate raffreddare il liquido, poi aggiungete la tintura madre nella giusta quantità per raggiungere 20° (considerate che per un litro totale dovrete usare 210ml di TM e 790ml di sciroppo).
L'elisir ha le stesse proprietà della TM, dura circa 2 anni. Conservatelo in una bottiglia di vetro scuro e al fresco, lontano dalla luce. Va sommistrato in cucchiai (secondo la prescrizione), puro o diluito in acqua fredda o calda (punch).
_________________
"L'uomo crede talvolta di essere stato creato per dominare: si sbaglia.
Egli è solamente parte del tutto e la sua funzione non è quella di sfruttare bensì quella di sorvegliare, di amministrare e di conservare.
L'uomo non ha nè poteri nè privilegi.
Ha soltanto RESPONSABILITA'."

Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.

"Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso un miglio nei suoi mocassini."

http://www.myspace.com/demoniaita
Cercate Demonia su facebook!!!
 Top »
Profilo Invia messaggio privato MSN
AsterRes
ala di mercurio


Registrato: 13/11/10 14:58
Messaggi: 267
Residenza: Gardone Val Trompia (BS)

 Messaggio Inviato: Mar Mag 24, 2011 4:26 pm    Oggetto:
Rispondi citando

tascia ha scritto:
AsterRes...............conosci ricette non solo da pasticcera Wink


Bè.. l'erboristeria è la mia passione fin da bambina, cm pure fare i dolci ^^

Mi ricordo ancora quando l'estate andavo a raccogliere la menta fresca per chiedere alla mamma di farmi una tisana Smile

Poi ho imparato pure io a farle. Very Happy
 Top »
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo MSN
Devis
luna piena


Registrato: 29/11/08 15:43
Messaggi: 710
Residenza: San Lorenzo in Campo, (PU).

 Messaggio Inviato: Mar Mag 24, 2011 10:51 pm    Oggetto: L'Ortica
Rispondi citando

L'Ortica da sempre è vista in modo negativo. E' sempre stata collegata al dolore. Esiste anche un detto "Buttato alle Ortiche", ovvero qualcosa che viene sprecato, un modo di dispregiativo di dire.
Nonostante tutto questa è una pianta ricca di grande Medicina, e questi che vi elencherò sono solo alcuni dei tanti metodi su come utilizzarla.
Inanzitutto, partendo dal il principio che il simile cura il simile, l'Ortica ci regala un ottima cura contro tutti i casi di dermatite umida con vesciche e prurito bruciante, pruriti, orticarie , rossori alla pelle e erpes. Per questi disturbi iniziare bevendo un litro o più di infuso di Ortica al giorno. Dopo una settimana, sempre lontano dai pasti, si può ridurre il ritmo a tre tazze. Questo infuso (freddo o appena tiepido) è ideale anche usarlo per impacchi o lavaggi.
Il ferro che contiene è ottimo contro i casi di anemia. Tre o quattro tazze al giorno lontano dai pasti sarebbero un ottimo sistema.
Sempre bevendone più di un litro al giorno è ottima contro l'artrosi, dolori infiammatori in generale e la sciatica. Anche qui ridurre a tre tazze lontano dai pasti dopo una settimana.
E' un ottimo diuretico e è indicato per le infiammazione dei reni e delle vie urinarie (sempre solita dose di tazze).
Sempre con lo stesso sistema si fanno cure depurative del sangue, si riducono gli adici urici, malattie gottose e reumatiche.
L'Ortica può essere anche usata come alimento, si cucina come gli spinaci. Per raccoglierla usate dei guanti, e prendete le parti apicali: la fine dello stelo con alcune foglie. Lavatele in acqua fredda e mettetele a lessare. Una volta cotte si scolano dall'acqua.
_________________
"L'uomo crede talvolta di essere stato creato per dominare: si sbaglia.
Egli è solamente parte del tutto e la sua funzione non è quella di sfruttare bensì quella di sorvegliare, di amministrare e di conservare.
L'uomo non ha nè poteri nè privilegi.
Ha soltanto RESPONSABILITA'."

Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.

"Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso un miglio nei suoi mocassini."

http://www.myspace.com/demoniaita
Cercate Demonia su facebook!!!
 Top »
Profilo Invia messaggio privato MSN
AsterRes
ala di mercurio


Registrato: 13/11/10 14:58
Messaggi: 267
Residenza: Gardone Val Trompia (BS)

 Messaggio Inviato: Mer Mag 25, 2011 7:40 pm    Oggetto:
Rispondi citando

altro utilizzo delle ortiche, si usano le cime delle piante giovani per fare la pasta fresca. Very Happy
 Top »
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo MSN
tascia
aura di plutone


Registrato: 29/07/08 14:05
Messaggi: 6770

 Messaggio Inviato: Mer Mag 25, 2011 7:57 pm    Oggetto:
Rispondi citando

Io ricordo che andavo con mia nonna lungo i fossi ...io abito in campagna....e raccoglievamo un mucchio d'ortiche ...e poi le metteva a bollire e mi faceva il tè d'ortica ....squisito ...


ps:AsterRes bellissimo avatar Wink
_________________
Conosci ciò che ti sta davanti, e ciò che ti è nascosto ti verrà rivelato; poiché non vi è nulla di nascosto che non venga un giorno rivelato.
 Top »
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Indice del forum » Filosofia
Nuovo argomento   Rispondi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi



Solaris 1.11 phpBB theme/template © 2003 - 2005 Jakob Persson (readme)(forumthemes/bbstyles)

Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it