RAPIMENTI UFO 
NELLA COMUNITÀ DEGLI
STATI INDIPENDENTI

        Anche nella ex Unione Sovietica sono stati registrati dei fenomeni analoghi alle abductions, o degli IR-4 veri e propri (almeno 200 sino al 1992). Lo studioso Sol Shulman, nel volume "Inoplanietianie nad Rossiei", racconta del caso di Mendelejew Wladimir Charitonow di Wielikoje Pole che, nel 1978, avrebbe visto, in un giardino accanto alla legnaia sulla via Latarnia, un piccolo UFO trasparente, posato al suolo. L'oggetto era composto da due file di sedili e di una consolle di comandi. L'uomo si avvicinò e scorse tre alieni perfettamente umanoidi, eccezion fatta per il viso, che lo invitavano a salire. Gli esseri non avevano tratti somatici terrestri, ma una serie di spirali al posto degli organi. L'uomo avrebbe preso posto sul sedile posteriore del disco e avrebbe potuto osservare uno dei piloti mentre manovrava spingendo alcuni dei molti tasti quadrati della grande consolle. L'uomo poi tornerà a terra per raccontare la propria fantastica avventura. Due casi decisamente incredibili, e probabilmente frutto del nuovo giornalismo scandalistico post-gorbacioviano. si sarebbero verificati rispettivamente a Kharovsk e a Voronezh. Nel primo caso, era il 6 luglio 1989, una figura giallo-nera, senza testa, con le braccia lunghe fin sotto le ginocchia, sarebbe uscita da un UFO, presso il fiume di Kharovsk, nella Vologdà. Testimoni quattro bambini dagli 11 ai 13 che avrebbero visto sopraggiungere una donna che, ignara, incedeva verso l'UFO. "Si fermi, zia, che ci sono gli extraterrestri", avrebbero gridato i ragazzi. Ma la donna non li avrebbe ascoltati e , avvicinatasi all'alieno, sarebbe improvvisamente sparita per ricomparire dopo un secondo, quaranta metri più in là, terrorizzata e lanciata in una corsa a gambe levate. In questo caso avremmo a che fare con un'abduction con contrazione del tempo (un caso analogo si verificò in Cile e coinvolse un caporale a nome Valdez, scomparso per diversi minuti dentro un UFO e poi ricomparso con la barba lunga di una settimana). Il caso di Voronezh si sarebbe verificato nel settembre dello stesso anno in un parco cittadino, ove per tre sere di fila diversi abitanti della zona avrebbero visto un UFO librarsi a bassa quota o atterrare, lasciando uscire da uno a tre alieni alti due-tre metri, accompagnati da un piccolo robot. In una delle tre occasioni un ragazzo di sedici anni, che avrebbe assistito all'atterraggio dell'UFO, sarebbe stato polverizzato da uno degli extraterrestri (alto circa tre metri, con tre occhi, con una divisa argentea, stivali di bronzo e un disco sul petto). L'essere era sceso da un disco color rosso scuro e aveva incominciato a perlustrare il parco davanti gli attoniti spettatori. A questo punto il ragazzo, spaventato, avrebbe urlato. L'alieno sarebbe rientrato nel disco per uscirne impugnando un lungo tubo. Dal quale sarebbe scaturito un raggio che avrebbe fatto sparire il ragazzo. Una volta allontanatosi l'UFO ed il suo pilota il ragazzo, in evidente stato confusionale, sarebbe ricomparso. Vittima di un'abduction o di un teletrasporto? Non meno dubbio il caso che avrebbe coinvolto, nel giugno del 1990, Galina Kucerenko, addetta alle comunicazioni dell'aereoporto di Odessa. La donna stava sistemando l'appartamento quando sentì una voce mentale dirle: "Vestiti e andiamo". La donna uscì portandosi dietro il proprio gatto maculato. Durante il tragitto, una vicina le avrebbe rivolto la parola ma lei, come in trance, l'avrebbe ignorata. Si sarebbe svegliata in seguito dal sonnambulismo e si sarebbe trovata circondata da luce azzurra, da tante rose azzurre e da strani edifici non molto alti, azzurri. C'era una piacevole musica di sottofondo. All'improvviso la voce le avrebbe ordinato di tornare a casa e la donna sprofondò nell'incoscienza, rientrando in sé solo sulla soglia di casa. A detta dell'agenzia di stampa Novosti, che ha pubblicato l'articolo il 7 giugno 1990, il gatto della donna era diventato azzurro! 

Alfredo Lissoni

http://www.alfredolissoni.com/1urss1.htm

Non hai trovato quello che cercavi? Trovalo su Google!

Google